Archivi tag: tomas alfredson

Tinker, tailor, soldier, spy

Avevo letto il libro intorno ai 13 anni. Uno dei primi, passato da mio padre, interessato più a vedermi con un libro in mano purchessia che a farmi respirare il fascino della guerra fredda. Che, lo dico per chi non c’era, quando avevo 13 anni andava ancora a tutta callara.

Erano i tempi in cui non dormivo la notte perché la Rai aveva mandato The Day After e, terrore per l’inverno nucleare a parte, non riuscivo a capire il perché tutti avevano perso i capelli, tranne il “dottore cinese”. Mio padre non se ne perdeva uno di quei libri e per casa ce n’erano milioni. Le Carré, Forsyth, Ludlum, il primo Follett (prima dell’involuzione hollywood-medievalista) e, soprattutto, il primo Clancy (quando era sempre fascio, ma dava meno nell’occhio… Erano davvero altri tempi). read more