Archivi tag: referendum

On Brexit

Brexit2

A me questa Brexit, da qualsiasi lato la si guardi, fa incazzare. Mai avrei pensato che con il Movimento5Stelle qui da noi, quella verduraia della Le Pen in Francia, epigoni di Salvini e Meloni in ogni angolo di Europa, proprio in UK, dove ci sono ancora la Regina, il Commonwealth e i Lord con la parrucca, ci potesse essere un’epifania così deprimente di quello che stiamo (tutti) diventando. Metto qua di seguito alcune riflessioni che ho fatto in questi giorni.

E adesso?

Tra tutte, la cosa che mi ha lasciato più l’amaro in bocca di questa brutta, brutta faccenda, è il fatto che non c’era un piano. Nel senso: porti il tuo popolo ad una decisione di tale portata, mediante un referendum che, per definizione, ha solo due esiti possibili, fai campagna per uno di quei due risultati, pure con toni e modi da fiera di paese, poi vinci e non sai cosa fare? Ti rimangi un’ora (nel senso di sessanta minuti) dopo le promesse che hai fatto per mesi e cominci a dire “Non così in fretta… Calma… C’è tempo… read more

L’ombrellone e la trivella

Domenica c’è un referendum, sui temi del quale non mi va di dilungarmi (basta scrivere su Google Referendum 17 Aprile per capire di che si tratta), e io non andrò a votare. Generalmente ci vado, ma a sto giro mi sa di no.

Sono una persona moderatamente informata e interessata allo stato della cosa pubblica. Non capisco di tutto e molte cose mi annoiano, ma anche su queste cerco di mantenere un ABC di conoscenza funzionale. So, quindi, di cosa parla il referendum, mi sono informato, ma davvero non mi interessa. read more

Ancora sui referendum

Sarà che non siamo un paese normale, ma bisogna riconoscere che su questi referendum del cazzo c’è un grosso equivoco e un po’ di cattiva coscienza.

E’ una cosa ovvia, lo so. Ma la verità, l’unica verità, è che la guerra non sarà e non è mai stata fra SI e NO, ma fra quorum e astensione, perché è arcisicuro che, se il quorum verrà raggiunto, stravincerà il sì in tutti e quattro i quesiti. Tuttavia, vedo che, oltre a  me, ci sono anche un bel po’ di altri blogger e liberi pensatori che si esercitano oziosamente a dire che andranno a votare certo (mica come quegli altri…), ma voteranno NO a questo o a quel quesito. read more

Quattro referendum: tre si e un no

Decidere su questioni come acqua, nucleare e legge-uguale-per-tutti è materia secondo me un po’ troppo complessa per essere lasciata al popolino. Non tanto per gli argomenti che si prestano, stavolta come non mai, a decisioni de panza, ma per l’importanza delle conseguenze che decisioni de panza su tali temi portano con sé. In fondo, si tratta di politica energetica, di liberalizzazioni e rapporto fra pubblico e privato nel mercato delle utilities e di questioni basilari del vivere civile (leggasi, Costituzione) nel caso del “legittimo impedimento”. read more