Archivi tag: Fiumicino

C’est dimanche à l’aerogare

Vi scrivo dall’aereo. Sono sul volo per Helsinki e starò via 5-6 giorni.

A stare spesso in aeroporto, oltre ad imparare a muoversi quasi in automatico fra banchi del check-in, controlli e gate, si sviluppa una specie di sesto senso per individuare al volo e tenersi a distanza da situazioni di potenziale intoppo dovute al rincoglionimento del nostro prossimo viaggiatore. Chi si sa (e, soprattutto, si deve) muovere, compie tutte le operazioni con il pilota automatico, quasi senza pensare, con un’economia di tempo e di gesti notevole, se solo ci si facesse caso; gli altri, i viaggiatori occasionali, invece, oltre a non avere forse ben chiaro cosa il sistema-aeroporto si aspetta da loro, hanno la testa ovunque (paura/eccitazione per il volo/viaggio, ricerca del cibo o del(l’ultimo) caffè, shopping compulsivo, panico da beauty-case esplosivo o da bagaglio a mano troppo grande, ecc.), tranne che sulla prossima operazione. Ad esempio, avere presente quando, dove e quante volte serve mostrare il passaporto ed evitare quindi di riporlo sistematicamente in fondo al bagaglio. O togliersi i giubbotti con le borchie prima di passare sotto al metal detector, o meglio ancora evitare proprio di metterseli per non offendere l’occhio di chi guarda, che magari si è anche alzato presto stamattina. read more

Il muro del terminal C

Sto ancora al gate… E ancora sto a scrivere… Ma quanno ce vo’, ce vo’.
Il gate è quella terra di nessuno del terminal C di Fiumicino. Quello nuovo, da dove partono gli aerei verso paesi e città improbabili… Quelli che fino a poco tempo fa non venivano presi in considerazione (tipo Timisoara o Tirana), non conveniva andarci (tipo la Libia) o, semplicemente, non esistevano (tipo il Montenegro o la Macedonia).
Io ovviamente alimento questo nuovo corso aeronautico e sto andando a Tirana. read more