Poco sole

La Lega in questi giorni, se ve ne siete accorti, si sta coprendo di ridicolo. Il balletto sull’autorizzazione all’arresto di Papa è stato particolarmente surreale. Con Bossi che un giorno fa Bracardi (“In galeraaaaa! In galeraaaaa!“) e il giorno dopo che fa il democristiano… L’ultima posizione è di poco fa (ma c’è ancora il tempo per ripensarci) e consiste nel votare a favore dell’arresto, ma lasciando libertà di coscienza ai propri parlamentari. Libertà di coscienza… La Lega? Vabbè…
Ma quando sento queste e altre cose, non posso fare a meno di pensare a quelle anime semplici – ignoranti, razzisti, con elmi cornuti e baffoni, ma semplici – e a che cosa può passare nelle loro testoline. Io penso che il loro accesso principale all’informazione non sono nemmeno i giornali o telegiornali di regime, sono le affissioni delirant della Lega stessa (quelle degli indiani, quella “Padano paga e subisci”). Poi periodicamente Bossi va in questi paesucoli dai nomi pittoreschi – altri manifesti, altri slogan – questi si vestono di verde, si mettono l’elmo e la sugna sui baffoni, si mangiano le loro zuppe d’orecchie e si sentono dire le solite sparate catarrose e vagamente incomprensibili. Un tutto, un dito medio e il popolo bue (con le corna in testa) se ne torna a casa tutto felice e fomentato…

Hanno ragione quando dicono che la forza della Lega è la Base… Ad avercelo noi, un elettorato così credulone, da ridefinire il concetto di “circonvenzione di incapace”.

Post simili a questo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.