Socio-interrogativi

No. 14 (White and Greens in Blue)Mark Rotko, No. 14 (White and Greens in Blue)

Vivo e opero nella capitale degli stupri.
Wow… So’ soddisfazioni.

Evito le frasi di circostanza di solidarietà alle vittime.

Evito anche di infierire sulla povertà di spirito e di idee dei paladini della legge e dell’ordine che, cavalcando l’emozione di una drammatica aggressione, hanno vinto le elezioni meno di un anno fa…
Visto che cavalcate, già che ci siete, datevi direttamente all’ippica…

Ciò detto però ci sono due cose che non riesco a capire.

Se io oggi fossi un rumeno (o auslander-equivalente), l’ultima cosa che farei è "considerare" l’ipotesi di stuprare qualcuno/a. Semplicemente, il momento non è favorevole. Eppure lo fanno.

Se invece fossi un giovinetto qualsiasi di una periferia romana "a rischio" o dell’hinterland, troverei estremamente banale lasciar perdere i miei soliti passatempi (il bullismo scolastico, Feisbuk e la Roma…) e andare a sprangare/bruciare/menare il primo straniero che mi passa davanti. Eppure lo fanno.

Sono io che sono strano. Non me lo dite. Già lo so.

Post simili a questo

6 pensieri su “Socio-interrogativi

  1. utente anonimo

    finalmente ho ritrovato il vecchio Alberto “il pornouomo”, compagno di mille partite a Villa Ada sotto il diluvio… ci ho messo tempo ma la mia sagacia e la mia perseveranza mi hanno premiato.

    GIGGI PLAYMOBIL

    Rispondi
  2. utente anonimo

    moto, motorino e scooter, a seconda delle esigenze!! io invece mi ricordo che tu andavi in bici..

    bene bene quindi sarai dei nostri ad aprile quando andremo per pieghe a campo imperatore..

    Rispondi
  3. utente anonimo

    ci proverò a seguire il tuo blog, anche se strutturalmente non mi ci trovo. Inoltre non amo troppo stare davanti a uno schermo.. Anche noi andiamo piano ai motoraduni… non superiamo mai i 260 in autostrada e 45° di piega sui tornanti… siamo bravi ragazzuoli…

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.