Sabato di studio

E’ arrivata ieri mattina, a tempo di record, la nuova macchina fotografica digitale. Presa naturalmente su ebay, penso di aver fatto l’affare del secolo, considerato l’oggetto, il prezzo e la nutritissima serie di accessori in omaggio.
Ieri sera, sono stato coinvolto in una festicciola di dimissioni di una cara collega, in cui ho scattato e filmato diverse cose non propriamente pubblicabili. Ma l’ho fatto con un certo disagio.
Non per i soggetti, certo, quelli li conosco e ci lavoro tutti i giorni. Ma per il fatto che, preso dall’azione, ho dovuto scattare a caso, senza nemmeno aver letto il manuale.

Oggi, visto che piove, sto recuperando.

Sono -credo- uno dei pochi rimasti al mondo che leggono con attenzione, studiano quasi, i manuali delle cose. Soprattutto delle cose facili.
Forse mi ricordo quando lavoravo in una nota fabbrica di macchine per ufficio e la maggior parte delle magagne era scritta a chiare lettere (anche se in carattere piccolissimo) nelle pagine del manuale. Per la serie, non ci dite che non ve l’avevamo detto… E’ scritto sul manuale!

Posterò qualche foto, bisogna avere pacienza, come diceva il Barone.

Post simili a questo

3 pensieri su “Sabato di studio

  1. utente anonimo

    Buona scelta di macchina. Hey, ma allora non sono l’unico mona che legge il manuale degli acrocchi che compra.
    Ciao-Andrea (Andrez-anobii)

    Rispondi
  2. Pingback: In mezzo al guado - Il cappello del giullare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.