Sabato 15.03.2008 – Introducing… la fida

Sabato giretto tranquillo, in dolce compagnia.

Niente di estremo, perché, cosa rara, avevo il passeggero. Cosa che odio, abbastanza.
Sia chiaro, lei è un passeggero speciale, migliore di altri: sta al suo posto, pesa poco, non si lamenta quasi mai… E poi è lei.
Ma si vede che potendo farebbe altro. Io quindi non esagero.
E allora, sabato, giusto un pranzo fuoriporta per avere la scusa per prendere la moto o una gita in moto con la scusa di andare a mangiare. Fate voi.
La scelta del posto è stata particolarmente fortunata: ci sarò passato davanti 200 volte andando in moto, poi, su osterie di Italia 2008, me lo trovo là, recensito, consigliato e decisamente interessante (cucina casareccia e prezzi modici). Si aggiunga una bellissima giornata, un’ottima compagnia (Doc e consorte) e uno splendido, inatteso, déhors.
Spettacolo.
Le pappardelle al sugo di castrato, su tutto.
Poi caffè a Fara Sabina, nello studio fotografico del Vaz.

Inutile dire che Bnb e Jedan hanno approfittato della mia assenza per andarsene nientemeno che sulla Maiella.

Qui la mappa del giro (il mio).

Post simili a questo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.