Inciuciami il calzino

I grillini: “Siamo vittime dell’assedio dei media”. Il movimento pòre stelle. (Spinoza)

Tirando qualche somma dopo un paio di settimane di osservazione entomologica, c’è più di un leit motiv che emerge dalle gesta di questi esponenti a Cinque Stelle.

Innanzitutto, tutti gli episodi per cui sono stati messi in mezzo (“crocifissi” direbbero loro, in quanto nuovi Messia) sono episodi (dichiarazioni, uscite su facebook, ecc.) o obbligati, tipo l’arrampicata sugli specchi di Crimi dopo il voto al Senato o assolutamente gratuiti, tipo l’uscita della Rostellato sulla Bindi e la fola non verificata dello scouting di Vendola, rivelatosi poi uno scherzo telefonico.

E questo ci dice tre cose. La prima è che, a meno di gomblotti mediatici, sembra che non ne dicano una giusta; la seconda è che per questo i guru tendono a farli parlare molto poco (*); la terza cosa è che tutto quello che dicono, lo dicono solo se si sentono molto sicuri e/o per il bene del Movimento. E poi, in entrambi i casi, sistematicamente qualcosa gli scoppia in mano.

Ma c’è un’. altra cosa che io trovo ancora più inquietante e indicatrice di un tessuto intellettuale superficiale, monoculturale ed autoreferenziale.

In parte, l’avevo già detto alla fine del post precedente, quando dicevo che per loro la Politica si esaurisce in ciò che di essa traspare dai tanto vituperati talk-show: la Bindi, D’Alema, il teatrino della politica, la “casta”, i “soldi”, gli “inciuci”, le “solite facce”, il “vecchio”, ecc. Ma c’ho ripensato (come i cornuti) e oggi, discutendo con Sofia, ho elaborato un altro po’ sul tema. Vi faccio una carrellata, ma mi serve per arrivare al punto.

Il primo è quello dei microchip che prima di partire per la tangente dice:

Nooo, no onorevole, onorevole sono Berlusconi, Razzi, Bersani… Onorevole di cosa?

Poi ci si mette Vito Crimi che scrive

Ragassiiiii… ma sciam mattiii…. Sciam mica venuti qui solo a eleggere il presidente del Senato! Dobbiam invece rimetter le macchie al giaguaro! […] Siamo caduti in una trappola, è inutile nasconderlo, dei vecchi volponi della politica. E le stanno pagando… il tritacarne mediatico e degli attivisti è in corso. […] Una scelta a mio avviso sbagliata, in quanto si è trattato di un gioco di forza tra PDmenoelle e PDL, con in mezzo i montiani a far pesare il loro ruolo…

Poi quello di Vendola, stamattina:

[…] Un avvenimento strano, oppure no. Nella loro logica non riescono ad immaginare che un cittadino possa votare per evitare che la seconda carica dello Stato vada ad una persona inetta. Per i politici tutto è tattica, merce di scambio, gioco a scacchi.
Sono offeso. Profondamente offeso. Offeso che una scelta etica sia stata scambiata per disponibilità all’inciucio, che una scelta difficile sia equivocata, come infedeltà ai propri impegni, che un attivista 5 stelle sia scambiato per un aspirante politico di professione.Non sono in vendita. Non ho un cartellino del prezzo da cercare e quindi, signori politici astenetevi dalle brutte figure.

Al di là del merito delle questioni, vi prego di soffermarvi sul linguaggio. Io sono davvero esterrefatto dal fatto che questi parlano seriamente, in comunicati ufficiali (su Facebook, ma sono tempi difficili), di PDmenoelle, di inciucio, di “compravendita di parlamentari”, di “volponi”, di casta, di “circo mediatico”, di “macchina del fango”, di “professionisti della politica”… L’immaginario ancora una volta è quello del talk-show, tutto viene ricondotto a poche categorie fruste e deteriori in un alone di vittimismo un po’ pitocco da cui non sembrano essere capaci di uscire. Se non altro per provare a fare bella figura, così, per cambiare.

Vorrei dire a costoro che quelle sono categorie intrinsecamente semplificatorie che vanno bene in pizzeria con gli amici e (forse) sui facebook dei privati cittadini, ma che sono facilmente smontabili alla prova dei fatti: valli a dimostrare l’inciucio assoluto o il complotto crudele o la persecuzione mediatica (**)…

Insomma, sono entrati in Parlamento credendosi tanti furbissimi Bertoldo e stanno scoprendo che a) i volponi sono più furbi di loro e b) non si devono nemmeno sforzare ad esserlo, gli viene naturale.

Speriamo che facciano tesoro di questa presa di coscienza (che sa tanto di contrappasso, ma io sono cattivo).

Infine, già che ci sono ne dico una a quelli che dicono, non so quanto seriamente, che muovendosi per tempo (entrando nel Movimento, nei Meetup, ecc.) per tempo, si poteva prendere “il treno giusto” e adesso trovarsi parlamentari (***). Beh… Queste persone – e il distillato di linguaggio idiota di cui sono imbevuti lo dimostra plasticamente – si sono effettivamente mosse per tempo: questo vuol dire che sono sopravvissute e, anzi, hanno prosperato per anni in ambienti astiosi, vaffanculeschi, approssimativi e qualunquisti, esemplificati, ma ce ne saranno altri, dal blog di Beppe Grillo e dai relativi commenti.

A me sembra una gavetta piuttosto usurante per una persona normale.

(*) Il fatto che li facciano parlare poco porta un beneficio in termini di valore assoluto del numero di cazzate che volano, ma a una situazione diametralmente opposta in termini percentuali… Vedremo che riescono a fare i guru all’aumentare del campione…

(**) A questo proposito mi scrive giustamente Sofia:

Quando parlo di berlusconismo penso anche a questo, la semplificazione, l’andare avanti per slogan. Tu dici: “sono categorie intrinsecamente semplificatorie e facilmente smontabili alla prova dei fatti”, certo se ti lasciano il tempo per farlo, che è appunto quello che da 20 anni in questo paese non succede. Non si discute più di nulla, tutto è miseramente ridotto a qualche frase che ci assolve dal riflettere più approfonditamente.

(***) Qui è da capire se chi dice ciò vorrebbe essere parlamentare per portarsi a casa un bello stipendio o per cambiare l’Italia (non so quale delle due mi rassicurerebbe di più…)

PS: questo me lo metto come promemoria, che poi di certe cose uno se ne scorda col passar del tempo.

Post simili a questo

1 pensiero su “Inciuciami il calzino

  1. Pingback: E fateve ‘na risata… – Il cappello del giullare | Il cappello del giullare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.