Singolarità

Ops, dev'essere successo qualcosa...

Questo grafichetto mette in relazione la crescita della popolazione mondiale con il passare del tempo evidenziando alcuni spartiacque storici, geografici e tecnologici, tutti a loro modo con un impatto potenziale sulla popolazione.

Sicuramente l’essere tanti (troppi) su questo povero pianeta, non è sinonimo di benessere, ma per arrivarci ad essere troppi bisogna – sia pure con tutti i polli di Trilussa del caso – allungare la vita media, abbattere la mortalità infantile, avere da mangiare e avere voglia di fare figli. Tutte cose che non sono propriamente iatture.

In particolare, il fatto che la svolta ci sia stata in corrispondenza della Seconda Rivoluzione Agricola, la cosiddetta Green Revolution, basterebbe da solo a far ripensare alla futilità della declinazione fricchettona della decrescita felice: il ritorno alla terra, il bio, la civiltà contadina, l’orto del nonno, la zappa, ecc.

Prima di pensare a decrescere e a come farlo, bisognerebbe capire quanto e perché si è cresciuti.
E, anche che decrescere forse si può, ma non “un po’ per volta”, tutti felici e contenti.

Perché, semplicemente, la storia “non funziona” così.

Post simili a questo

1 pensiero su “Singolarità

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.