Domenica 27.01.2008 – Maremme/2

Secondo giorno (de che?)

Colazione con calma e pronti a partire da San Lorenzo Nuovo verso le 11. Il mio telefonino riprende il campo e ricevo il messaggio di Wolf (iena capo) che dice “Ci vediamo a Manciano alle 11.30”. Aaargh!!

Non ce l’aspettavamo, volevamo andare a Manciano per la via lunga dell’Amiata e scopriamo che siamo decisamente in ritardo. Conoscendo la suscettibilità delle Iene nei confronti dei ritardi ( 🙂  ), saltiamo in moto e si va a palla per la via diretta… Proprio la SS 74, che avevamo fatto nell’altro verso il giorno prima… Guarda un po’.

E’ un po’ nuvoloso, niente sole in faccia. Pugnale fra i denti e alle 11.32 siamo a Manciano: 54 km di curve in 24 minuti, due furie ( ). Ovviamente delle iene nessuna traccia. 11.40, 11.50 e decidiamo di andar loro incontro verso Farnese. Non li incontriamo  per strada, ma a Farnese mi trovo un sms di Wolf che dice che stanno a Manciano. Devono aver fatto una strada alternativa, un classico.

Si gira la moto e finalmente a 12.30 ci si ritrova tutti insieme sulla piazza di Manciano. Stranamente, Wolf non si lamenta per il malinteso: evidentemente avevano il culo quadro anche loro…

Si riparte e si scende da Manciano verso Albinia al ritmo allegro tipico delle Iene. Tempo di arrivare a Porto Ercole, due foto di rito ed è già ora di mettere le zampe sotto al tavolino. Troviamo uno zozzone al porto e…

Intermezzo (lungo)


Fine Intermezzo (lungo)


Le giornate sono corte e, quando si sta a tavola in buona compagnia, il tempo vola. Ci aspetterebbe l’Aurelia, dritta, spiattellagomme e piena di autovelox. 150 km di noia e freddo.

Contro il freddo non possiamo farci niente, ma contro la noia sì. A Montalto di Castro, Bnb ed ci buttiamo verso l’interno e, ancora una volta con il sole alle spalle, ce ne andiamo verso Tuscania, poi Vetralla, quindi la Cassia fino a Roma. Niente di che, ma meglio dell’Aurelia.

Qui la mappa del giro.

Post simili a questo

2 pensieri su “Domenica 27.01.2008 – Maremme/2

  1. copyinstage

    Mica mi sembra così male come programma. Conosco la zona, conosco Porto Ercole, La feniglia, Orbetello, Tuscania, Vetralla, la Cassia e soprattutto l’Aurelia (che arriva fino in Francia e forse in Spagna). Tuscania non è affatto male, ma soprattutto… da dove arriva quel superfritto misto?

    Rispondi
  2. jestercap72

    Beh, l’Aurelia, almeno fino in Liguria, di affascinante ha solo il fatto di sapere che, se tieni duro, ti ritrovi a Perpignan.

    Il fritto di pesce è una foto d’archivio (google images: paranza): ne sto ancora aspettando una dell’originale che ci siamo mangiati noi.

    PS: sei il primo commentatore del mio blog. Grazie.

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.