Beati monoculi in terra caecorum

Ieri, un attempato estremista di destra, tale Gianluca Casseri, ha sparato a cinque senegalesi (*) che vendevano borse Luis-Vuitton-equivalenti nel centro di Firenze, uccidendone due e ferendo gravemente gli altri. E poi, probabilmente più perché messo alle strette dalla Polizia che per il rimorso, si è suicidato in un garage.

Sdegno a parte – ci mancherebbe – ci sono un paio di sassolini che mi vorrei togliere.

Il primo è una questione di stile: ma una volta i fascisti non erano contro l’omologazione culturale imposta dalla plutocrazia americana fino ad arrivare a vagheggiare una “terza posizione” fra USA e URSS in nome delle radici ariano-cristiane dell’Europa o qualcosa del genere? E allora, caro Gianluca, perché questa alzata d’ingegno da college del Midwest? E con una 357 Magnum per giunta… Ma chi sei? L’Ispettore Callaghan? Ma quanta (brutta) televisione hai visto?

Il secondo riguarda Casapound, sul cui sito Gianluca aveva pubblicato diverse cose anche in tempi recenti (prontamente rimosse dai tenutari dopo il fattaccio, ma democraticamente ripescabili dalla cache di Google). Già sapevo che Casapound non ha orientamenti xenofobi né razzisti e ha fatto bene Stefano Nazzi a ricordarlo a caldo su Il Post (leggetelo). Almeno a livello di “movimento”, sui singoli appartenenti non ci metterei la mano sul fuoco e il buon Gianluca Callaghan è lì a dimostrarlo.

Il punto è – e non lo penso certo da oggi – che a destra hanno davvero fame di pennivendoli. Sai mettere tre parole in croce e sei di destra? Già fai eccezione e per questo qualcuno che ti pubblica quello che scrivi lo trovi sicuramente, senza stare tanto a farti le pulci su quanto le tue convinzioni siano compatibili con l’igiene mentale e con l’eventuale linea del movimento.

Mutatis mutandis (ovviamente), è la storia dei Feltri, dei maître à penser della Lega, dei Belpietro e, quando ancora pensavano che darsi un tono fosse un valore, dei Veneziani e dei Buttafuoco. Insomma, ci si arrangia con quello che si trova…

Vogliamo lasciare il monopolio della cultura (e della grammatica) a quei frocetti della sinistra? Eccheccazzo!


(*) Per essere un bravo bloggher di sinistra, ossequiosamente attento agli umori di Twitter, devo ricordare che le vittime senegalesi si chiama(va)no Samb Modou, Diop Mor, Sougou Mor, Mbenghe Cheike e Moustapha Dieng. Non ho capito bene che differenza faccia, visto che non aggiunge e toglie nulla a quanto ho scritto qui sopra… Però, pensandoci bene, serve a ricordarmi che siamo in un paese cattolico e un po’ ipocrita.

Post simili a questo

2 pensieri su “Beati monoculi in terra caecorum

    1. jestercap72No Gravatar Autore articolo

      Fascinazione è una mia lettura quotidiana… Almeno, per restare in tema, finché l’abisso non ricambia lo sguardo.

      Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.