Autorganìzzati

Accanto alla prostituzione di alto bordo, che, si sa, non è reato, fa bene alla pelle, fa ricrescere i capelli, distingue dai froci e porta voti, c’è poi sempre quella di strada. Oserei dire proletaria.

Ce li fanno periodicamente peperini su, nell’ordine:

  1. queste-povere-ragazze-sfruttate;
  2. i-cittadini-residenti che-non-possono-più;
  3. il-danno-al-traffico-e-alla-viabilità;
  4. il-decoro-urbano;
  5. il-dritto-al-sonno-della-gente-che-lavora.

Praticamente una declinazione e una ridefinizione del concetto, antico, di guerra fra poveri. Ma, fateci caso, non manca qualcosa?

Eh, sì. Mancano i clienti. Il motore immoto, anzi in-macchina, di tutto questo bailamme.

Per fortuna ci hanno pensato loro. I Ragazzi di Castello (Giubileo, immagino) attaccano sulle voitures degli avventori questo adesivo.

Forza, ragazzi.

Post simili a questo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.