Velo OK, sempre più smart

Sapete che per ragioni di vicinanza geografica e presenza degli stessi sul mio percorso di ritorno a casa, mi sono in passato interessato ai bombolotti rossi, detti Velo OK (qui e qui le puntate precedenti).

Dicevo in quei due post che, diversamente da Talenti dove sono finti e fanno davvero poco per non sembrarlo, girando per paesi si vedono altri tipi di Velo OK, apparentemente più seri. Sono quelli blu, a sezione ovale che sembrano fatti apposta per ospitare un autovelox di quelli classici, col treppiede e i due occhietti bastardi uno in fila all’altro.

Non ricordo se ne avevo fatto il nome, ma, quando raccontavo di questi “veri” Velo OK, avevo in mente quelli di Frasso Sabino/Osteria Nuova (questi qui, ce ne sono quattro). Il giorno di Pasquetta ci sono ripassato e, visto che dovevo andare piano, li ho guardati bene, non senza una certa repulsione.

Ebbene. Sono **quasi** sicuro che sono finti anche quelli.

Ma sono finti in un modo più raffinato dei miei cari, teneri tombolotti arancioni di Viale Jonio (davanti ai quali – per inciso – ora sfrecciano pure le vecchiette). Le finestrelle da cui si dovrebbero affacciare gli occhietti bastardi sono effettivamente delle finestrelle trasparenti (e non degli squallidi adesivi neri), ma sulla parte interna dei vetrini pare che ci sia appiccicato un adesivo che dovrebbe simulare la presenza del dispositivo di rilevazione all’interno: un adesivo a forma di “mezzo” autovelox.

Quando ci ripasso farò una foto per essere più sicuri, ma intanto ci sono un paio di indizi significativi a favore della mia teoria:

  1. il presunto autovelox sembrava curvo anziché diritto, come se la sagoma dell’occhietto seguisse la superficie del vetrino invece di starci dietro;
  2. tutte e quattro le colonnine il giorno di Pasquetta (!) sembravano contenere un autovelox, cosa piuttosto improbabile, a mio a avviso, in quel di Frasso Sabino e soprattutto in contraddizione con la princpiale caratteristica del Velo OK che dovrebbe dare l’incertezza su quale delle colonnine sia infestata dall’autovelox per farti andare piano su un tratto maggiore di strada.
  3. per quello che vale anche il buon Bnb la pensa così 🙂

PS: non so perché scrivo queste cose, ma mi ci incazzo troppo. E’ più forte di me.

Post simili a questo

3 commenti su “Velo OK, sempre più smart”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.