Senza “temo” e senza “se non”

D’altra parte, questa capacità di movimento e di “assalto”, non condizionata da alcuna organizzazione di partito e culturalmente estranea a ogni “diplomazia” politica, è sempre stata un’arma essenziale del Presidente del Consiglio, e un’arma, temo, in profonda sintonia antropologica con una buona fetta, se non la maggioranza, dei nostri concittadini.

Massimo Cacciari su L’Espresso

Post simili a questo

Un commento su “Senza “temo” e senza “se non””

  1. E l’evoluzione parossistica di atteggiamenti aggressivi del genere chi mena per primo mena per tre esercitati sempre da chi ha la coscienza sporca è aggredire i Carabinieri a bastonate dopo esser stati fermati per un controllo di routine…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.