Sabato 26.04.2008 – Giro da paura, day two

Qui la mappa.

Venerdi 25.04.2008 – Giro da paura, day one

Solo la mappa.

Sabato 24.02.2008 – Amiata

Beh, il tempo che c’era questo weekend, l’avete visto anche voi… Che ve lo dico a fa’?

Talmente facinorosi, stavolta, che ci allontaniamo da Roma –incredibile dictu– con l’Autostrada del Sole.
Punta all’Autogrill di Roma Nord, ed io soli. Nemmeno un caffè e si parte. Unica cosa degna di nota sull’autostrada è stato il sorpassarsi continuamente con uno con un barcone bmw che dire che guidava di merda è un understatement. In 40 minuti siamo a Orvieto. Cappuccino al food village, Bnb si mangia una pasta mostruosa e finalmente si va a fare un po’ di curve.
Prendiamo la SS 71 Umbro Casentinese e passiamo per Ficulle (feudo di Groppone, citazione colta), poi Fabro, qui sbagliamo strada a una rotonda e arriviamo vicino a Chiusi con una strada dritta e noiosa, vabbè… Capita. read more

Domenica 27.01.2008 – Maremme/2

Secondo giorno (de che?)

Colazione con calma e pronti a partire da San Lorenzo Nuovo verso le 11. Il mio telefonino riprende il campo e ricevo il messaggio di Wolf (iena capo) che dice “Ci vediamo a Manciano alle 11.30”. Aaargh!!

Non ce l’aspettavamo, volevamo andare a Manciano per la via lunga dell’Amiata e scopriamo che siamo decisamente in ritardo. Conoscendo la suscettibilità delle Iene nei confronti dei ritardi ( 🙂  ), saltiamo in moto e si va a palla per la via diretta… Proprio la SS 74, che avevamo fatto nell’altro verso il giorno prima… Guarda un po’. read more

Sabato 26.01.2008 – Maremme/1

E’ il primo giorno della prima duegiorni dell’anno. Il programma è facile. Si sale con calma verso San Lorenzo Nuovo dove si pernotterà. Il giorno dopo si va un po’ in giro, ci si incontra con le Iene da qualche parte e si va verso l’Argentario.

Punta al solito posto ad ora tarda. 12.15 davanti al cassamortaro (toccherà postare una foto prima o poi… Detto fatto). Formazione ridotta, ma collaudatissima: con Sprint RS e io col Wendigo.

Invece della solita Tiberina, si sale verso Sacrofano per stradine piccole a metà tra la campagna e la città (a proposito, dove finisce Roma?): sarà che è ora di pranzo, ma c’è poca gente in giro e il ritmo sale gradevolmente. A Sacrofano, benzina e rabbocchino d’olio alla moto british di Bnb. Poi Flaminia, Rignano, Civita Castellana. Lì, fortunatamente, troviamo un mercatino in fase di smobilitazione, ma si fa ancora in tempo.

Intermezzo

Fine intermezzo

Felici si riparte, Fabrica, Carbognano, San Martino al Cimino. (La strada che scende dal Lago di Vico a San Martino è praticamente un toboga ripidissimo e un po’ disturbante per i miei gusti…).
read more