Film già visti

Anche in Albania si è votato. Due settimane fa, però. E ancora non si sa chi ha vinto. Segnalati gli exit-poll casarecci con questo post di qualche giorno fa, pensavo – ingenuo – che ci fosse solo da aspettare un po’.

In realtà, come spesso accade la situazione è un po’ più complessa e, a sentire le mie fonti, più pericolosa. Ma andiamo con ordine.

Proprio all’inizio del periodo che ho trascorso lì, si votava per le politiche e ci furono, più o meno, queste fasi: read more

Un po’ di storia albanese (per come l’ho capita io)

Nel mio periodo balcanico non mi sono mai soffermato più di tanto sulla situazione politica in Albania: visti i recenti accadimenti, mi pare giusto condividere con chi avrà la pazienza di leggere alcune notizie e molte riflessioni su come vedo la situazione.

Premetto, ed è importante, che le mie riflessioni nascono da letture e osservazioni locali; ben poco, invece, al contrario di quanto si potrebbe pensare, ho potuto ricavare dalle conversazioni con la gente. Questo a causa del fatto che, anche fatta la tara alla giovanissima età media delle persone con cui avevo a che fare quotidianamente, la politica non era assolutamente in cima ai pensieri della gente, indipendentemente dalla cultura, dall’estrazione sociale e dalla storia personale di ciascuno. read more

Cafonal shqiptare

Si diceva di una fiera del lavoro a Tirana. In realtà, si trattava di una fiera dell’educazione (scuole, enti erogatori di corsi, università private e non, ecc.) organizzata dalla Albanian British Chamber of Commerce and Industry (ABCCI) e noi eravamo presenti come main sponsor (mica caccole). Anche se un bel po’ fuori tema.

Comunque se paghi puoi fare tutto e noi l’abbiamo fatto. Tra l’altro nemmeno pagando tantissimo. Giovedi pomeriggio, abbiamo ultimato gli stand e poi c’era l’inaugurazione alla presenza del Primo Ministro albanese, Prof. Dott. Sali Berisha e di un paio di Lord di Sua Maestà Britannica. Vi metto alcune foto. read more

E infatti…

Io simpatizzavo per il buon Edi “Mazzapicchio” Rama, ma pare che le elezioni, per un’incollatura al limite dell’ingovernabilità, le abbia vinte di nuovo Berisha…

E infatti