Vigilie

Ieri sera esco dall’ufficio e vedo gente, tanta gente, per strada. Entro nel supermercato per un po’ di spesa (alle 22 passate, oh yeah), pago, riesco e ancora più gente, davvero una fiumana…. Che è, che non è? C’è il comizio di Edi Rama in fondo alla strada… Non ho la macchina fotografica appresso, quindi evito di andare, anche perché tuona in lontananza…

La folla è composta ed eterogenea, signore in nero, ragazzi, uomini in giacca e cravatta (più da vestito della festa che da businessman), qualche cartellone giusto per capire che il comizio è di Rama e niente più… Un coro di buuuuuuu, quando passa una macchina strombazzante imbandierata per Berisha, perché qui si usa pagare giovinastri per fare casino in giro per questo o quel candidato… Ma insomma, transumanti e felici, se ne vanno verso il fondo della strada, dove, se ricordo bene, dovrebbe esserci uno stadio. Intanto tuona ancora. read more

Mi raccomando, zozzo!

E’ difficile qui a Tirana, almeno nella city (Blloku), trovare un posto che in un modo o nell’altro non ti proponga il solito trito di cucina internazionale…
Ovunque ti giri, ti trovi davanti pizzerie, ristoranti simil-italiani, american burger e praticamente basta. Oltre naturalmente ai soliti bar, molto lounge, con tavolini bassi e sediolone di vimini a perdita d’occhio.
In fondo, è anche facile impigrirsi e dopo una giornata di lavoro, non hai tanta voglia di soffermarti a considerare e se ti capita davanti una pizza margherita, sia pure con una mozzarella improbabile, te la mangi. read more