Pyongyang – Stalinisti e poco empatici

Ho finito or ora di leggere l’ennesima graphic novel. Si tratta di Pyongyang, sempre di Guy Delisle, sempre in giro per l’Oriente a supervisionare la produzione di cartoni animati in outsourcing. Diversamente dalla germogliante nuova Cina del 2000, la Corea del Nord del 2003 è decisamente più cupa e non basta l’humour corrosivo di alcune strisce a dare colore ad una realtà che trasmette in ogni sua manifestazione paura, sospetto e oppressione.

Ma non voglio parlarvi del libro, stavolta, ma del posto o di quello che se ne ricava leggendo i racconti di chi c’è stato. (In particolare, ho letto tempo fa questo libro che merita  sicuramente una lettura, se lo trovate). read more

Deiezioni misteriose e conigli giganti

Clicca sull'immagine per l'infografica completa.

La Corea del Nord è una mia vecchia fissa, perdonatemi. Tutta l’infografica qui.