Inanellando spigolature

In questi ultimi giorni, mi sono dedicato al mezzo (il nuovo blog) e ho lasciato un po’ stare il messaggio. Ecco un po’ di spigolature che si erano accumulate.

Il Kant che non ti aspetti

Entri nell’aereo un po’ scazzato, di lunedì sera, smadonni per il posto che ti hanno rifilato, sbatti la borsa da qualche parte, tiri fuori il libro, guardi in cagnesco i tuoi vicini e, soprattutto,  le mamme con bambini e nel frattempo, con mezzo orecchio addormentato, senti: “… riporre i bagagli sotto al sedile davanti a voi o nelle cappelliere sopra di voi…“. E dedichi un pensiero inatteso a un signore di Königsberg conosciuto a scuola. read more