Impressionabili

manzi_2725_538

«Sono nata a Civitavecchia dove ho conseguito il diploma scientifico; mi laureo nel 2009 in lingue e commercio internazionale presso l’Università dell’Alabama in Huntsville. Successivamente, tornata in Italia, conseguo un Master in Studi Europei. Attualmente mi sto laureando in Relazioni Internazionali presso l’Università di Roma Tre». E ancora: «Nell’estate 2012 seguo un corso in relazioni internazionali alla Peking University in Cina, in particolare sulla transizione di potere a livello internazionale, il declino occidentale e le nuove relazioni internazionali del ventunesimo secolo» (dal curriculum di Marta Grande, neo-eletta 5 Stelle, da Giornalettismo, con tanto di stampa e copia cache della pagina del sito del M5S) read more

Il dito e la luna

il dito e la luna
No, non è Casaleggio

“CinqueStelle non nasce per salvare l’Italia, è più interessato al dettaglio, ad entrare in conflitto con la politica, a moralizzare il Parlamento, a togliere ai potenti le auto blu, a risparmiare i milioni di euro mentre il Paese affonda in una crisi strutturale che si declina in miliardi. Grillo non riesce a staccarsi dal suo orizzonte che è quello de “La Casta”, il libro di Stella e Rizzo. Il suo obiettivo è lo spreco, non il sistema. E’ questo il suo limite” (Carlo Freccero, su Repubblica di oggi). read more

Un fatto culturale

04-03-2013 10-09-36

Oggi, a pranzo con un’amica, ho sentito quella che secondo me è la chiosa definitiva su questo grillismo di massa.

E’ un fatto culturale…

Ha detto.

Ed è vero. In fondo era facile. (Qui per cultura, diversamente dal solito, non si intende “sapere le cose”. Ma proprio porsi dei problemi).

Se la nuova capogruppa grillina alla Camera è una che dice (pure lei) che il fascismo “ha fatto delle cose buone” e a te non sembra una ragione sufficiente per cambiare marciapiede, è un fatto culturale. read more