Zero

Stasera. Anno Zero.

Ma se a voi qualcuno vi arringasse come ha fatto Berlusconi con la folla plaudente alla festa della libertà a Milano, dicendovi peste e corna della Magistratura politicizzata, ve ne fregherebbe qualcosa? Cioè, qual è il ruolo della Magistratura politicizzata, anche ammesso che esista davvero, nel vostro quotidiano? Eppure, a quel popolo bue sembrava che la cosa li riguardasse davvero da vicino… Mah, solleverò la questione alla prossima riunione di condominio.

La Santanchè (sempre più plasticosa e dispeptica) cita tutto il rosario della persecuzione a B: 607 PM coinvolti, 548 procedimenti penali, 257 perquisizioni… Ripeto quello che ho già detto qui tempo fa: se sono 35 anni (almeno) che sfuggi alla giustizia e nel frattempo continui a delinquere, ci vuol poco a farti diventare “il più perseguitato della storia”.

read more

A corto di argomenti?

Non saprei.
Rimane che sto embeddando e rilanciando molto e scrivendo un po’ poco.
Motivi, come al solito, ce ne sono , ma nessuno riesce ad essere più importante degli altri.

Le cose che ho pubblicato in questi giorni le avrei pubblicate comunque, perché mi piacciono e le trovo piacevoli e interessanti e buone da condividere. Ma di argomenti ce ne sarebbero parecchi. Ad esempio ieri, ad Anno Zero, cercavo, in maglietta gialla, un mio amico, assiduo del blog, e proprio mentre rosicavo dicendomi “Ci deve essere, è pure belloccio, perché non lo inquadrano?” la telecamera si è fermata per una trentina di secondi buoni sul faccione di un mio ex-compagno di classe del liceo, nonostante fosse decisamente meno televisivo, ma evidentemente in crisi pure lui. Max solidarietà a tutti e due, ché quando si finisce ad Anno Zero non è buon segno.

read more

Civati, i giovani del PD e un grande perché

Parterre interessante stasera da Santoro. Dellà un’ineffabile Mara Carfagna, vuoto pneumatico di idee e di contenuti, molto carina come sempre (ma brutta pelle e occhio troppo spiritato): trattata da tutti come una bambina deficiente. Benedetto Della Vedova (del pattuglione degli ex-radicali passati dellà) in veste di moderato, liberale e, come si dice oggi, finiano: belle parole, temi e proposte condivisibili, ma memoria corta e tanta cattiva coscienza… Praticamente, tra tutti e due, la storia di questi ultimi giorni.

read more

Post cattivo

hopper
Ma certe cose vanno dette.Ammiro Santoro, Anno Zero e ritengo che dare un taglio strappalacrime alla politica e ai suoi sconquassi abbia la sua utilità e ci aiuti a ricordare che non ci sono solo processi, leggi ad personam, fregne (e non solo) in libera uscita e servi sciocchi.

Probabilmente, molto del popolino che si commuove davanti al disoccupato arrampicato sulla gru per protesta è lo stesso che vota pervicacemente a destra, non legge un libro o un giornale a pagarlo e si abbronza con il resto della televisione tutte le sere… Ma tant’è… Come ha detto D’Alema, in una delle poche affermazioni condivisibili, l’altra sera da Fazio: “L’Italia è un paese di destra, non lo dico io, lo dicono i numeri…

La simpatia e la vicinanza umana per tutte queste persone senza lavoro, maltrattate e turlupinate da padroni improvvisati, disperatamente attaccate al loro (ex) posto di lavoro, non può non far pensare che prima di qualsiasi riflessione vengono le persone, la loro sofferenza e le loro storie personali.

read more

Margherite e caramba

Margo

Riguardo alla faccenda di Margherita Granbassi che va a fare l’assistente da Santoro, dico 3 cose:

  1. Il fisico ce l’ha, anche quando è vestita da lumacona, e, considerate alcune sue prese di posizione, c’ha anche la testa… Altri meno.
  2. Se si incazzano i Carabinieri e loro stakeholder del calibro di Kossiga e Larussa, non solo è buon segno, ma la faccenda mi diverte ancora di più.
  3. Sostituire Beatrice Borromeo con la sua vocetta acida e petulante era doveroso.

read more