Notizie dal mondo tassista

Dopo le polemiche del mese scorso, ho continuato a giracchiare sui blog di categoria che mi avevano tanto calorosamente commentato.
Passate le feste natalizie, è arrivato gennaio: storicamente un mese moscio, ma in particolare adesso con la crisi che c’è, per tutti, e si vede.
Si è quindi riacutizzato il conflitto, tra i Nostri e i NCC, in particolare, “quelli di fuori Roma” (o burini, o buri o “del paesello”, come dicono loro). In questa guerra, perché di guerra si tratta, ci sono stati alcuni eventi di particolare rilevanza.

Il 9 gennaio, il sindaco Alemanno (anzi, Ale’ Manno, sempre come dicono loro) è intervenuto da un prestigioso pulpito, la pista del circo Medrano, a favore dei tassisti e contro i NCC (qui il video). Non a caso si chiama Ale’ Manno.

Il 15 gennaio c’è stato invece, in una sede un po’ più consona, un incontro delle parti (pare non tutte, evidentemente, la giunta di destra opera come il governo nazionale). Ci si aspettava (io mi aspettavo) un dies irae.
Invece, pare che i sindacati (poco rappresentativi e molto delegittimati, pare) abbiano fatto a gara a chiedere al sindaco un ritocco delle tariffe (40 euro Centro – Fiumicino sono troppo pochi, evidentemente) e poco più. Il Sindaco ha ribadito che ripresenterà un’ordinanza di ostacolo (non saprei come altro definirla) all’esercizio dei NCC… Speriamo un po’ meglio delle precedenti che furono annullate prontamente dal TAR… Ci sarà (forse) l’obbligo da parte degli hotel del centro (quelli che prendono la stecca, come documentato dalla quarta camera del parlamento straccione) di esporre un cartello con le tariffe dei taxi… Forse. Insomma, poco più di un nulla di fatto.

La base dei tassisti non l’ha presa bene… Un po’ perché chissà che si aspettava (processi sommari ai NCC? Una Guantanamo de noantri alla Maglianella? Chi lo sa…); un po’ perché, saggiamente, ritiene che aumentare le tariffe in tempo di crisi, sia un po’ come darsi una martellata nelle palle, visto che, offrendo comunque un servizio migliore, i famigerati NCC costano ancora un po’ di più di un taxi su certi percorsi e quindi non conviene a nessuno costare uguali (continuando a dare due servizi diversi).

Ma la notizia vera, che emerge dalla lettura attenta e non solo antropologica dei commenti del blog, è che si sta un po’ incrinando la fiducia della base nel “suo” centrodestra… Vorrebbero parlarne male (come, da veri nostalgici, continuano a fare di Veltroni e il misterioso Calamante), ma non ci riescono ancora; si sentono traditi, ma negano a volte anche l’evidenza…

Distinguere questa delusione in mezzo alle solite, rancorose dosi da cavallo di qualunquismo becero, non è facile , ma c’è… Anche la speranza.

Comunque, anche qui, ripetete con me: “Senza dio, senza patria e senza dignità morale”… Perché prevenire è meglio che curare…

Post simili a questo

5 commenti su “Notizie dal mondo tassista”

  1. Caro Jestercap, il duro scontro che hai dovuto affrontare la scorsa volta, è stato causato per la pubblicazione del tuo scorso articolo altrettanto interessante sul mio blog http://www.nccitaliani.it, purtroppo è un settore che conosco bene e bene sono abituato a ricevere minacce e quant’altro dai signori tassisti di Roma. I miei complimenti riguardano la consueta intelligente obbiettività, nel parlare di un fenomeno che nonostante vivi dal di fuori, hai inquadrato perfettamente. Ciao Walter

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.