Il mondo è bello perché è vario

Sono in Germania da qualche settimana e sto frequentando un ambiente fin troppo internazionale. Ieri sera, in una soirée etnico-socio-alimentare, insieme a tante altre cose (un po’) più leggere c’è stato il seguente scambio di punti di vista.

Dottoranda egiziana, molto intelligente, molto pasionaria, giusto una punta retorica: “The few men, who were there [in Piazza Tahrir, n.d.r.] and could possibly be the leader of something good, have been immediately afterwards arrested and left to die… slowly… in prison“.

Io:Terrible…

Amica mia taiwanese, meno pasionaria, più silenziosa e più matura:At least they let them die slowly in prison… In (Mainland) China, prisoners are harvested for their organs, for the benefit of Party Leaders and rich Westerners, burnt and sent back in a box as ashes to their families…

Io: “Ambè…

Post simili a questo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.