Yamaha MT09 Tracer, sei mesi dopo

Le mie considerazioni dopo 5000 km di utilizzo invernale della Yamaha MT09 Tracer. (Non è una recensione, è quello che penso io di alcuni aspetti della moto e del modo in cui se ne parla in giro. La moto mi piace molto, nel complesso. Lo scrivo a a scanso di equivoci. Il primo articolo, la vera recensione, era qui).

Il proiezionista

marquee-promo-apps-device
Come vedete quello che si può fare con Chromecast, oggi, in Italia, è ben poco

Circa un anno fa, ho comprato la chiavetta Chromecast di Google. Era appena arrivata in Italia e per soli 35 euro, mi sembrava stupido non prenderla. Lì per lì, però, mi era sembrata già da subito un incauto acquisto, mitigato solo dai soli 35 euro.

Chromecast fa parecchie cose, ma essenzialmente trasforma una dumb TV (tipo la mia) in una Smart TV, con Wi-Fi, Android e anche la possibilità di decodificare i formati video più diffusi. A me questa cosa, benché in possesso di una TV tutt’altro che Smart, serviva a poco, perché a suo tempo fui io per una volta quello smart e in un raro momento di lucidità misi il PC e il router accanto al televisore, che divenne quindi facilmente, con un semplice cavo VGA, il secondo schermo del PC. Ebbene, dunque… Come usare Chromecast? Boh. read more

Il Cherubino cinese

cam
No logo

Tra le varie pensate domestiche legate all’arrivo della pupa (pupa? Che pupa?), c’è quella del BabyMonitor. Quando divenni zio, mia sorella mi ingiunse di regalarle un accrocco di nome Cherubino della Brevi: un kit plasticoso composto da una telecamer(in)a e da una specie di micro monitor portatile. La telecamerina si  mette sulla culla e il monitor ti racconta la rava e la fava su quello che sta combinando la tua progenie.

Obbedii prontamente al diktat (tutto volevo tranne finire su Cronaca Vera: “Zio snaturato e tirchio non compra Cherubino e la  nipotina affoga nella sua cacca“), ma, come per molte cose legate alla puericultura, mi sembrarono soldi buttati. Non tanto perché l’oggetto fosse inutile, ma perché, visto che siamo nel progresso, probabilmente ci potevano essere soluzioni autocostruite molto migliori e molto più economiche del coso angelicamente plasticoso. read more

NFC tags, più ombre che luci

NFC

Venti giorni fa mi sono arrivati 5 NFC tags presi da Amazon. Le aspettative, come vedete dalla foto, erano alte e la tensione, giustamente, si tagliava con il coltello.

E’ quindi con una certa trepidazione che mi accingo a raccontare la mia esperienza con i diabolici dischetti dopo qualche tempo di prova su strada.

Cosa sono. Per i meno tecno-scafati (tech-savvy).

Sono dei badge, due a ciondolo e tre adesivi, in cui è “annegata” una spira: in presenza di un opportuno campo elettromagnetico generato dallo smartphone (NFC, Near-Field Communication), nella spira circola corrente che attiva un trasmettitore che impartisce un comando al telefono stesso. Sono quindi oggetti passivi, privi di alimentazione autonoma, che funzionano solo quando sono nelle immediate vicinanze di un telefono “disponibile”. (Qui e qui per saperne di più) read more

Ammanigliatissimi

Ultimamente con D., come sanno bene i poveri disgraziati che ci stanno intorno quotidianamente, ci è preso il pallino dei lavoretti in casa. La mia casa era già abbastnza colorata prima, ma da un paio di mesi, a seguito di una serie di lavor(ett)i autogestiti e autoconvocati, lo è decisamente di più. Rimandando l’elenco completo ad un post-carrellata che (forse) scriverò a fine lavori, vorrei qui anticiparvene uno della cui semplicità ed economicità sono particolarmente fiero. Aiuta anche il fatto che sia stato partorito interamente dalla mia mente malata senza ispirazioni internet di nessun tipo – cosa davvero anomala di questi tempi. read more

Un po’ di dritte Dukan

Eccoci al secondo post (sì, perché c’è un primo post) sulla  mia esperienza (positiva) con la Dieta Dukan. L’obiettivo è quello, non tanto di darvi delle ricette, quanto di consigliarvi delle cose e delle pietanze, a cui forse non avete pensato.

La dritta delle dritte Dukan, quella numero zero, l’ho già scritta nell’altro post. E’ fondamentale. Non fate la dieta da soli. Trovatevi un compare o una comare con cui mangiare, cucinare e controllarvi a vicenda. Magari non è fondamentale, ma è sicuramente più divertente. E dimagrire un po’ fa bene a tutti. Ecco le altre. read more