E fatevela ‘na risata…

activia

In questi giorni, ve ne sarete accorti, sono un attento osservatore antropologico dei grillini e delle loro manifestazioni telematiche. Mi leggo i post di Crimi, per dire. E mi leggo, un po’ con il pilota automatico, anche i commenti che, in qualsiasi thread a favore o contro il Movimento, i peones pentastellati scrivono qua e là. L’effetto complessivo è deprimente: la familiarità con l’italiano à la bimbominkia, l’attitudine al ragionamento articolato à la Hulk, il revanscismo pappapperista da ultrà di provincia e la vis polemica da suffragetta pitbull berlusconiana che deve fare pipì…

Ebbene, oggi ho letto un post di Ciwati (interlocutorio, ma come al solito condivisibile) in cui c’era il seguente commento:

Forse non e’ chiaro che neanche se Bersani si presentasse con un dream team tipo Gino Strada alla Sanita’, Richard Stallman all’innovazione, e Robocop agli interni ecc. neanche in quel caso sarebbe votabile. Giusto perche’ alla sua guida rimarrebbe ancora il capo e l’esponente storico di un partito. (Stefano X)

L’ho dovuto leggere un po’ di volte per capire perché mi attraeva, che cosa c’era che non mi tornava. Perché mi sembrava “segnale” e non, come al solito, solo “rumore“. Poi ho capito.

A me “Robocop agli Interni” me fa spiscia’ dalle risate.

Per la prima volta ho visto un po’ di senso dell’umorismo “normale” e non grillesco, provenire da quella parte. Non Morfeo, Rigor Montis, Pidimenoelle e altre cose che forse facevano ridere 5 anni fa, ma che adesso suonano tanto gergo settario, tipo il “materialismo dialettico” o le “convergenze parallele” degli anni ’60. No, per la prima volta, ho letto e apprezzato una battuta che avrei potuto fare anch’io a cena con gli amici miei (*).

Segnalata da nabiki (grazie)
Segnalata da nabiki (grazie)

Il fatto è che c’è un elefante piuttosto mimetizzato a cui non avevo fatto tanto caso: questa gente non ride e non fa ridere, al massimo usa “simpaticamente” (…) l’insulto. E’ tutt’altro che “simpatica”: è astiosa, è presuntuosa, è supponente, è ignorante, è saccente (**). Oppure, nel migliore dei casi, incarna lo stereotipo del “professionista”. Quello in missione per conto di dio, quello che non si fa mai una risata perché c’ha troppo da fare…

Praticamente Robocop senza la voce metallica, giusto per chiudere il cerchio.

Sarà che negli ultimi tempi sono circondato da questo tipo di soggetti e proprio non li sopporto più. Mi ci mancavano solo i grillini.

(*) La differenza che rimane è che io potrei farla anche sul PD e su Bersani, mentre lì c’è ancora un certo rispetto idolatra del Movimento e dei suoi guru, ma in una sessantina d’anni c’arriveranno anche loro.

(**) In tutto uguale al blog di Grillo, se non fosse che loro respirano e costano ai contribuenti.

Post simili a questo

2 commenti su “E fatevela ‘na risata…”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.