… E semm partii…

L’occasione di non venirci ce l’ho anche avuta. Ma credo sia buon segno che a 37 anni suonati ho ancora voglia di farlo strano… Di non decidere che cosa voglio fare da grande e cambiare l’agenda della mia vita con una facilità da vento-di-dio…

Sarà tutto questo.
Fatto sta che da oggi sono a Tirana e ci starò per un po’. Ci sarà da divertirsi. Rispetto alla scorsa settimana, ora fa molto più caldo, il traffico è sempre delirante e silenzioso (sognante?) e, alla faccia del mio capo che mi aveva portato solo per ristoranti internazional-fighetti, ho anche pranzato dal primo zozzone… Carne (ottima) e purè (ricco) e una fanta lemon, 2 euro e 50…

A parte questo battesimo del fuoco, ieri, in un caldo torrenziale, ho anche, come si dice, “preso cappello”: ho conosciuto un po’ di persone, ho preso possesso di una casa che è tre volte quella di Roma, ne ho viste altre due a Durazzo per dei clienti che stanno arrivando e ho avuto un’idea di cosa mi aspetta…
Ho anche deciso (ma ci voleva poco) di non avvelenarmi, ma di giocare naturale… Come i grandi campioni… Speriamo che basti.

Lavoro a parte, ho l’intenzione di documentare l’Albania girando con la macchina fotografica sempre appresso… Non è nel mio stile e non l’ho mai fatto (quindi non garantisco che lo farò), ma ho già visto cose che voi umani…

Post simili a questo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.