Un po’ di dritte Dukan

Eccoci al secondo post (sì, perché c’è un primo post) sulla  mia esperienza (positiva) con la Dieta Dukan. L’obiettivo è quello, non tanto di darvi delle ricette, quanto di consigliarvi delle cose e delle pietanze, a cui forse non avete pensato.

La dritta delle dritte Dukan, quella numero zero, l’ho già scritta nell’altro post. E’ fondamentale. Non fate la dieta da soli. Trovatevi un compare o una comare con cui mangiare, cucinare e controllarvi a vicenda. Magari non è fondamentale, ma è sicuramente più divertente. E dimagrire un po’ fa bene a tutti. Ecco le altre.

  1. Padella magica. Non si può mettere olio, quindi la padella/piastra con cui cucinate deve essere “buona”. Io ho questa qui e mi ci trovo benissimo. Da 10 anni (forse è ora di cambiarla). Ci faccio la  carne, le frittate e le crepes, non si attacca niente e si lava in un attimo. Con il coperchio, potete anche fare le cose un po’ più lesse del semplice utilizzo a piastra. Mai usato una goccia d’olio.
  2. Crepes per la colazione. Dukan dice che a colazione bisogna mangiare un tot di crusca d’avena (comprare qui, in quantità) e roba proteica. Io mi preparo – a botte di sette, una per ogni giorno della settimana – delle crepes Dukan fatte così: 3 uova, 14 cucchiai di yogurt magro, 14 cucchiai di crusca d’avena, poco sale, erbette varie. Frullo rapidamente col minipimer e cuocio sulla padella magica (vedi punto 1). Impilo e metto in frigo coperte con l’alluminio. Più sono fresche e più buone sono, ovviamente, ma, se le coprite bene, una settimana ce la fanno a durare.
  3. Colazione. Salata e proteica. 1 crepe (vedi punto 2) un velo (un v-e-l-o, a me una vaschetta dura una settimana) di Philadephia Light, salmone, bresaola o tacchino. Tendenzialmente salmone perché a me le altre due cose stufano presto e la colazione deve essere gratificante. Una pinta di tè, ovviamente, perché bisogna bere molto e quella me la facevo anche prima. Adesso che sono nelle fasi successive ci metto vicino pure una spremutina.
  4. Formaggio magro. Io ho usato a lungo, anche se ora  mi ha un po’ stufato, il formaggio “fresco” Linea Osella (o equivalenti private label). Freddo di frigo è davvero da fachiri. Ma visto che le altre cose o le cucinate alla piastra o al forno, perché non metterci vicino pure la formaggella? Tanto è roba aliena e si scioglie molto lentamente.
  5. Tofu e seitan. Li ho scoperti tardi e ancora non ho capito se valgono la pena di trovarli in giro per il supermercato (o addirittura in negozi specifici). Però, il seitan, soprattutto, ha delle potenzialità. Provatelo e usatelo come usereste la carne: hamburger e cheese-burger, spezzatino, fettina, ecc.
  6. Pollo al saccoccio. Dukan fa togliere la pelle al pollo e questa cosa mette decisamente tristezza. Però, se si cuoce il pollo spellato nel forno con il Saccoccio Buitoni (le altre marche le ho provate e non mi dicono niente), si raggiunge un’ottima cottura, un gustoso seasoning e soprattutto non si aggiunge una goccia d’olio o altri grassi, se non quelli già presenti nel pollo. Questa del saccoccio è stata una svolta vera.
  7. Pesce. Io compro un trancio/filetto di salmone (o trota) e lo metto al forno con sale, erbette e carta da forno. No oil at all e viene buono in venti minuti.
  8. Dolci. E’ stata, almeno per me, l’unica vera nota dolente. Non mi è pesato rinunciare alla pasta, né all’olio, ma ai dolci proprio sì. Poi, ho fatto la pensata seguente. La ricotta è consentita (avec moderation), il cacao magro amaro pure. Quindi, ricottina, cacao e un po’ di dolcificante. Ninete di che, ma quando stai a rota funziona.
  9. Verdura. Ne compro poca. Di solito, mi prendo un’insalata a pranzo al lavoro e mi faccio galloni di gazpacho che tengo in frigo.
  10. Supermercato. Io ho solo la moto quindi non riesco a fare spese “grosse”, al massimo settimanali. Il mio giro standard, ormai velocissimo, prevede: salmone (in busta e fresco), bresaola e tacchino (ora non più, solo qualche confezione per le emergenze), yogurt magro alla frutta (Scaldasole) da mangiare e bianco (qualsiasi marca) per le crepes, formaggelle tristi, ricottine, Philadephia, uova, carne varia, cioccolata, cacao magro, tè e tisane.

Ovviamente, non tutto quello che ho elencato si può mangiare dal primo giorno di dieta, ma leggetevi il libro e orientatevi di conseguenza. (Se mi rode, piano piano ci metto pure qualche foto).

Post simili a questo

6 commenti su “Un po’ di dritte Dukan”

  1. praticamente abbiamo scoperto le stesse dritte! (io ho fatto otto mesi di crociera) sei in consolidamento o stabilizzazione?
    sprite 0 arriva un momento che non se ne può più fare a meno.

    saluti ^_^

    1. 8 mesi di crociera sono tanti! Non per farmi i fatti tuoi, ma a un kilo circa a settimana fanno 36 kili. Urca! Più di me. Beh, dritte a parte mi piacerebbe condividere le esperienze.. Io ora, in teoria, ma ho finito, sto in stabilizzazione da fine ottobre, ma le abitudini ormai sono Dukan e prima o poi mi leverò di dosso pure gli ultimi 7-8 kili che mi rimangono. L’altro post su Dukan l’hai letto?

  2. ho perso 38 kg in crociera, (dovevo perderne 43 ma sinceramente sto bene così) ora sono in consolidamento da ottobre anche se con due giorni proteici a settimana fino alla metà del consolidamento…dritta che mi ha dato il coach.
    le vacanze di natale però mi hanno messo in crisi…ho ripreso 4 kg ma son bastati 2 giorni pp di fila per toglierne 1 e mezzo, faccio 2 settimane senza pane, pasta, pasti della festa e rientro in consolidamento…che finirò nel 2014 -_-

    so che può sembrare assurdo perdere 38 kg in otto-nove mesi, ma partivo da 120 kg ed è logico che con un’obesità grave come la mia i primi kg si perdono più velocemente…( i primi 20 li ho tolti in tre mesi…poi ho tenuto duro perdendo i restanti molto più lentamente) il bello è che li ho persi mangiando tanto,camminando e senza soffrire come credevo all’inzio.
    cerco l’altro post 😉

    1. Congratulazioni. E in bocca al lupo per il proseguimento.
      Io di kili ne ho persi 28-30 in 5 mesi (avrai trovato l’altro post ormai). Senza coach, ma in compagnia di quegli altri che hanno commentato.
      Io le feste le ho passate abbastanza indenne, mi è proprio passata la voglia di (stra) mangiare. Mi è mancata la palestra, e questa ultima cosa è una novità ancora più grande se mi conoscessi 🙂
      A presto! Daje!
      Ps: tu sei quella che aveva scritto su Buddy, ve’?

  3. yess per fomentarmi con la dieta tornavo a casa e seguivo adolescenti xxl…ma prima c’era buddy con le sue ricette al burro fritto! ^_^

    si, speriamo bene il consolidamento del resto è la “vera dieta” , stupida io che trascinata da mio marito mi son lasciata andare coi dolci.

    io il coaching l’ho usato solo i primi due mesi, poi ci ho fatto amicizia su faccialibro…avevo pure io un’amica più smilza di me ma ha finito da un pezzo la dukan, le è rimasto solo il giovedì.

    io palestra no, ma in piscina ci do dentro come non mi succedeva da 10 anni.
    complimentissimi anche a te!
    w le scale…:D

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.