Domenica 26 Ottobre 2008 – Babbaluci e maiale

Giretto estemporaneo solidificatosi in settimana sul forum. C’è anche un mio collega, new entry di queste scorribande con la sua R6 rossa. Bnb ha dato invece forfait a causa dell’età che avanza e di un fastidioso mal di schiena.

Ci si dovrebbe vedere alle 9.00 al benzinaio della Flaminia dopo i tunnel, ma a causa di un malinteso con Anto, il mio collega, arriviamo un po’ in ritardo. Complice anche una folla di romani alla ricerca della corrispondenza di amorosi sensi in coda sulla Flaminia, tutti Prima Porta-bound.

Ora.
Apriamo una parentesi che ce vo’. Come forse ricorderete, io sono tra quelli che periodicamente sente il bisogno di andare a trovare qualche trapassato per fare due chiacchiere in santa pace. Ma eccheccazzo!… Periodicamente, vuol dire “quando capita” (quando si è in zona, quando se ne sente il bisogno, quando mi va, ecc.) non vuol dire “A novembre, ma non il weekend del 2 novembre che ci vanno tutti…“. Beh, lo dico chiaro, a me questo culto dei morti quasi egizio, col calendario alla mano, mi fa un po’ incazzare. Non per il traffico, che vabbè tanto c’ho la moto, ma perché mi sembra sempre la solita minchiata cattolico-perbenista-pagano-superstiziosa.

Vabbè, svicoliamo fra i mistici tanto al chilo e arriviamo alla punta: 8 moto. Wow, roba grossa per un’uscita estemporanea.
Nonostante i babbaluci siano un gruppo di tdmisti (la mia ex-moto), di tdm ce ne sono solo due anche se la yamaha la fa da padrone.
Questa la formazione (inedita): Uly con TDM 850, Papen con TDM 900, Luigi con R1 (98?), Anto con R6 (01?), Mariopio con Kawa Z750, Denny con Fazer 1000 nuovo, Ste con Fazer 1000 vecchio e io con Wendy.

Si parte e faccio io il capogruppo. (Ari-wow).
Con un buon ritmo, si va per la Flaminia, fino al necessario caffè da Sassacci.

sassacci
Qui Papen, per festeggiare il suo battesimo babbalucico (oltre che l’acquisto di un prestigioso faro posteriore a led di seconda mano da me) tira fuori un bel pacchetto di fruttini di pasta martorana… E alè…Mentre si mastica e si scambiano motti di spirito ricompare il ragazzetto di quindici giorni fa… E stavolta lo fotografiamo bene.

cinguanda
Si riparte di buon passo e, via Gallese, Orte, Amelia, Montecastrilli, Acquasparta, siamo a Todi. Lago di Corbara a manetta e stop aperitivo (e pennichella)

neopapà
per fare ora visto l’anticipo bestiale sulla tabella di marcia. Ruttino e si raggiunge Porano.

Intermezzo

Il posto è già stradocumentato quindi giusto qualche nota di colore.
Ci sarebbero pure tre porzioni d’abbacchio con patate… L’abbacchio… E’ un evergreen…
Col ragù di cinghiale… Fettuccine… Umbrichelli… Se proprio voi fa’ una cosa estrema… Gnocchi…

boccone del prete
L’abuso di quinti quarti (trippe, coratelle, lingue) per antipasto e le famigerate (ma clamorose) 3 porzioni di abbacchio con le patate hanno portato il conto fino a 35 euri (un po’ oltre i 25-28 euri a testa preventivati) e questa è stata l’unica nota dolente. Un po’ tanto se stai in giro con persone che non conosci bene. Capita.

Fine intermezzo

Finito l’intermezzo, stanchi ma non certo affamati, si riparte, si risolve lo scassaquindici con le moto

scassa15
e per viuzze consigliate dal Tomtom di Uly (specializzato nell’attraversare aie e nel dare la precedenza ai pecorari) arriviamo a  Viterbo.
Uly ci lascia e punta sulla costa e noi, sempre col capogruppo arancione, ci lanciamo su per una Cassia Cimina fredda, nebbiosetta e notturna. Ma non finisce qui. Infatti, ci attendono 4-5 km di coda per prendere la Cassia bis a Monterosi e poi un’altra ventina di km di coda sulla Cassia Bis da Campagnano fino a praticamente il raccordo, per dei cazzo di lavori.

Mi sono stranito io con Wendy, pensate il povero Anto con l’R6… Vabbè, comunque, pare si sia divertito lo stesso. Meglio così. Alla prossima

PS: e non era ancora,ancora finita (1-3 a Udine).

Qui la mappa del giro.

Post simili a questo

3 pensieri riguardo “Domenica 26 Ottobre 2008 – Babbaluci e maiale”

  1. Bella giornata, davvero.
    Spero che i nuovi si siano trovati bene, nonostante l’abbuffata che forse non avevano previsto. Ho cercato di spiegargli che non è sempre così… -:))
    Io non ho trovato traffico: mi sono inerpicato fino a Soriano e poi giù a Vico, Vejano, Manziana e Sasso, fino all’Aurelia. Ma in compenso ho trovato nebbia e strada non illuminata.
    Alla prossima…

Rispondi