Doggy-style conversation

L’avevo vista passare più volte la solita foto sui cadaveri di cane appesi tipo quarti di bue in qualche mercato cinese, ma non mi ci ero mai soffermato più di tanto.

Ultimamente c’è stata però una recrudescenza e sulla pagina di Magdi-Cristiano-Allam (sempre-sia-lodato) trovo un lungo post in cui addita al pubblico ludibrio telematico un festival della carne di cane in Cina. Post a parte (che poi chissà che gliene frega a Magdi), i commenti sono imperdibili e per una volta nemmeno tanto per il becerume, ma per l’ingenuità dei commentatori.

Io non mangerei un cane (o un serpente, o un bacarozzo) (*), ma questo non vuol dire che mi debba mettere a fare la morale agli altri se lo fanno. E stavolta – è proprio questo il punto – non nel nome della semplice tolleranza per le altrui culture, facilmente etichettabile come “buonismo”, ma proprio perché qualsiasi cosa si dica sul mangiare cibi più o meno tabù, si può facilissimamente ritorcere contro chi la affermi.

Fermo restando che avevo letto da qualche parte che il consumo di carne di cane in Cina è ormai residuale, dovrebbe essere infatti noto anche a chi non abbia letto nulla di antropologia (questo io l’ho letto ed è consigliatissimo) che per quanto riguarda cosa sia “lecito” mangiare è molto difficile avere idee definitive e di conseguenza essere attrezzati per pontificare.

Anche tra “occidentali”, quindi, senza scomodare culture oggettivamente lontane tipo i cinesi e gli indiani, c’è ben poco accordo su che cosa sia “buono da mangiare” e che cosa invece rappresenti un tabù. Io sono ghiotto di coppiette di cavallo e un americano, avvezzo alla tolleranza come i seguaci di Magdi Cristiano, mi potrebbe “impiccare”, almeno a guardare la veemenza di alcuni commenti, per questo.

I commenti, dicevamo. La conversazione segue grosso modo questo schema che potrebbe tranquillamente essere pubblicato su wikipedia alla pagina del Non-sequitur.

wpid-wp-1435073236418.jpeg

Fatto or ora sulla cartaqquadretti

Sperando di avervi dato una buona rappresentazione dei ragionamenti in corso, vi lascio qualche perla.

Il cane è l’animale che interagisce di più con l’uomo, si dice che gli manca solo la parola, capisce tutto, ci dimostra affetto, ci difende, ci salva in mare o in montagna, accompagna un cieco e lo rende autonomo. Come si fa ad uccidere un essere così!

Io mangio carne non sono animalista ma una soluzione ce l’ho: bombardare nuclearmente la Cina (e ai cani cinesi non ci pensi?)

E’ semplicemente buon senso, il cane è un animale fedele che con l’uomo instaura un rapporto affettivo fino ad arrivare a diventare un vero e proprio membro della famiglia,capace di sacrificare la propria vita per il padrone,nessun altro animale è in grado di fare questo (questo ha il logo di Forza Nuova come immagine del profilo)

Ossignur!!!! Tu credi a queste stronzate delle scimmie?? Teorie becere d una scienza atea e fasulla!! Facciamo così,tu credi pure a Darwin e sentiti figlia d un orango,io credo alla Bibbia,mi sento figlia d Dio e so d avere l’anima che mi distingue dagli animali. Punto. (Nonostante il punto, poi continua prendendosela con il Corano)

i musi gialli gli auguro di fare una fine peggiore di quella che anno (sic!) fatto fare ai cani

2015-06-23_17-47-01

(*) Non “mangerei” nel senso di non “me ne ciberei abitualmente”… Se capitasse di poterli assaggiare lo farei (quasi) senza problemi.

Post simili a questo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  1. Pingback: Condividi se sei indignato - Il cappello del giullare