Il mondo è bello perché è vario

Sono in Germania da qualche settimana e sto frequentando un ambiente fin troppo internazionale. Ieri sera, in una soirée etnico-socio-alimentare, insieme a tante altre cose (un po’) più leggere c’è stato il seguente scambio di punti di vista.

Dottoranda egiziana, molto intelligente, molto pasionaria, giusto una punta retorica: “The few men, who were there [in Piazza Tahrir, n.d.r.] and could possibly be the leader of something good, have been immediately afterwards arrested and left to die… slowly… in prison“. read more

Grattachecca in orbace

L’altro giorno, mentre prendevo mollemente il sole su una spiaggia del Tirreno (sempre quella), ho sentito improvviso il bisogno di una grattachecca. Gusto adulto: orzata e tamarindo.
Mi sono avvicinato all’infernale buzzico cingolato che da un paio d’anni imperversa scoppiettante sulla succitata spiaggia del Tirreno e che probabilmente è residuato dei materiali di scena del primo Mad Max (Interceptor – Il guerriero della strada, per i pignoli).
Uno dei due figuri, già entrambi piuttosto patibolari nel complesso, sfoggiava un prestigioso borsello con l’irrevocabile profilo, la stentorea mascella e la per nulla abusata scritta “Molti nemici molto onore”. read more

Doggy-style conversation

L’avevo vista passare più volte la solita foto sui cadaveri di cane appesi tipo quarti di bue in qualche mercato cinese, ma non mi ci ero mai soffermato più di tanto.

Ultimamente c’è stata però una recrudescenza e sulla pagina di Magdi-Cristiano-Allam (sempre-sia-lodato) trovo un lungo post in cui addita al pubblico ludibrio telematico un festival della carne di cane in Cina. Post a parte (che poi chissà che gliene frega a Magdi), i commenti sono imperdibili e per una volta nemmeno tanto per il becerume, ma per l’ingenuità dei commentatori. read more

British netiquette

bcc

L’azienda per cui lavoro acquista periodicamente delle chiavette USB promozionali con logo e tutto da una società inglese. Li ho trovati un po’ per caso, ma alla fine ci troviamo bene (considerando anche la trivialità dell’interazione e il costo del tutto) e gliene abbiamo comprate discrete quantità nel corso degli anni.

Giorni fa mi arriva una mail di un tizio di questa società in cui mi invita a cliccare “Mi piace” sulla loro pagina Facebook e a seguirli su Twitter. Niente di strano, a parte il fatto che il povero Eddy (probabilmente un novellino) si è dimenticato di usare la copia nascosta e quindi oltre a me ci sono almeno 800 destinatari in chiaro nel campo indirizzi. read more

Soddisfazioni e contrappassi

T'o ricordi BnB? :)
T’o ricordi BnB? 🙂

Oggi parlando con Bnb è venuto fuori il mio ( e in parte nostro) rapporto difficile con certi animali e sono andato a cercare per linkarglielo “de rebus bestiarum” su Google. E’ venuto fuori il mio post famigerato, che ha portato non poche critiche e forse ancor più fraintendimenti (magari ci torneremo sopra), e anche quest’altro di un/a certo/a babyin71.

Di quest’ultimo, scritto ovviamente in Comic Sans, vi invito a trovare le “sottili differenze” con quest’altro mio post della scorsa estate. (In realtà, se davvero vi metteste a cercarle, l’unica differenza è che rispetto quanto avevo scritto, babyin71 ha scambiato il mio “lui”, cioè io stesso, con una non meglio definita “lei”… Forse per adattare meglio il tutto alla sua Weltanschauung). read more

Poveri bimbi di Milano

Tramonto greco sulla bagnarola che ci riporta a Cefalonia da Zante. Si discute amabilmente con un ex-motociclista di Ancona che, causa figli, si è trasformato in una specie di orrenda manticora della mobilità, metà camperista e metà harleyista.
Si avvicina una bambina di 9-10 anni che aveva giocato fino a quel momento a uno-due-tre-stella (talk about nativi digitali) con i figli della manticora e ci fa…

Bambina: “Di dove siete?
Io: “Di Roma, (chi più, chi meno)… E tu?
Bambina: “Di Milano… Avete conosciuto il Papa?
D.: “Quello nuovo? No, ancora no…
Io: “Manco quelli vecchi, veramente…
D.: “E tu? Ci sei mai stata a Roma?
Bambina: “No. A Roma, no. Però sono stata all’Isola del Giglio, a due ore da Roma…
Io: “Ambè…
Bambina: “Ma dove andate in chiesa?
Io: “Dipende da chi è che si sposa…
E si allontana per riflettere su tale inaudita verità. read more