Due popoli, un mare, un’amicizia e un po’ di tristezza


Se uno non avesse già abbastanza familiarità con gli uffici pubblici italiani, potrebbe pensare che lo stato di fatiscenza, a limiti dell’inagibilità, dell’ufficio visti dell’Ambasciata d’Italia a Tirana, possa essere una ben studiata tattica per non far venire gli Albanesi in Italia. Stanze piccole, mura sporche, tavoli vecchi, mattonelle ballerine, sovraffollamento. E ancora, guardie albanesi in divise dell’esercito (italiano) strappate, scompagnate e di taglia sbagliata.
Come a dire “Se cercate la terra promessa, avete sbagliato indirizzo“. Sicuramente è vero, hanno sbagliato indirizzo. read more

Un po’ di foto accumulate nel tempo

Un lustrascarpe d'altri tempi

Un bell'abbacchio che gira (segno di civiltà culinaria)

L'aviaria gli fa un baffo

(tor) Tre teste

Aulive (di Gaeta)

Lampada OsraN

Il trabiccolo di Mustafa (chissà se c'a pure il cane)

Jautlu: Shishkebab, yogurt, paprika e solo una spolverata d'aglio…

Caccia all’uomo

Sale Ale e comincia a telefonare a tutti "Non fate uscire nessuno, non fate uscire nessuno! C'è un pazzo con la pistola sotto l'ufficio. Tiene in ostaggio una ragazza."
Ovviamente, ci chiudiamo dentro e ce ne andiamo in finestra a vedere il fattaccio.
Questo ha rapinato un cambiavalute qui vicino e, colto sul fatto, ha preso in ostaggio una ragazza. Si traccheggia con la polizia che gli compra un Red Bull (?!) e gli dice di stare calmo e lui, tanto per darsi un tono, butta a terra tre motorini e lancia la busta con i soldi in mezzo alla strada. Tanti soldi. Poco dopo si allontana fuori visuale e lo arrestano… Si scoprirà poi che la pistola era scarica. Qui qualche video. Quello che si veda al minuto 2.00 e quello con i motorini sdraiati davanti è il nostro ufficio. read more

Compact socializer

Il blackberry aziendale, a parte le solite discussioni (“Ma non smetti mai di lavorare?“, “Certo, come ti va? E’ proprio una schiavitù…“), è un telefono eccezionale, ma ha due handicap piuttosto grossi.

Il primo è che rende completamente ignari sull’avanzamento tecnologico degli “altri” telefoni; in altre parole, data una certa fascia di prezzo (diciamo 100 euro) non si ha idea di che tipo di telefono ci si riesca a comprare. Questo, a sua volta, per due motivi: uno perché non si sente il bisogno di un altro telefono, due perché comunque “convivendo” con un telefono di fascia alta è naturale guardare ed essere interessati solo ai top di gamma. read more

Messaggio di Capodanno :-)

Totalmente fuori contesto, ma ogni tanto un po’ di retorica ci vuole.
Amici, il discorso di stasera non me lo ero preparato, ma mi ero fatto un promemoria mentale per dire tutta una serie di cose. Credo che alla fine, preso dall’emozione e dal clima, non ne ho detta quasi nessuna e come faccio sempre l’ho buttata in caciara. Quindi una mail a tarda notte ci sta tutta.
Il 2010 sarà un anno importante. Siamo un’azienda sana, siamo un’azienda che cresce e abbiamo un asset fondamentale che è il clima interno… (non ce l’ha quasi nessuno). Tutto questo continueremo ad esserlo, non ho dubbi, ma dobbiamo anche fare uno sforzo per diventare anche "belli", oltre che sani. read more

Tirana noir

Oggi ne ho scoperta un’altra.
A Tirana passano due fiumi(ciattoli): il Lana e il Tirana. Quest’ultimo non l’ho mai visto, se non dai monti o dall’aereo, il primo, invece, è molto vicino alla zona dove vivo e dove lavoro.
Passando quindi nel “salotto buono” della città, il Sindaco Edi Rama ha pensato bene di riordinare le sue sponde e trasformarle in un mini-parco longitudinale… Fa un po’ canale di scolo, tipo Los Angeles River, ma comunque è verde e moderatamente monumentale. read more