Grattachecca in orbace

L’altro giorno, mentre prendevo mollemente il sole su una spiaggia del Tirreno (sempre quella), ho sentito improvviso il bisogno di una grattachecca. Gusto adulto: orzata e tamarindo.
Mi sono avvicinato all’infernale buzzico cingolato che da un paio d’anni imperversa scoppiettante sulla succitata spiaggia del Tirreno e che probabilmente è residuato dei materiali di scena del primo Mad Max (Interceptor – Il guerriero della strada, per i pignoli).
Uno dei due figuri, già entrambi piuttosto patibolari nel complesso, sfoggiava un prestigioso borsello con l’irrevocabile profilo, la stentorea mascella e la per nulla abusata scritta “Molti nemici molto onore”.

read more