Valsusino a chi?

I miei ripetuti commenti, più su Twitter e Facebook che qui, sugli attivisti No TAV potrebbero tradire un mio sostegno all’opera e un mio smodato, incontinente desiderio di andarmene a Lione più veloce di un neutrino in groppa a Superman (*). Ora, premesso che una delle cose belle del treno è la possibilità di rimettersi in pari con le serie TV e che quindi non ha senso spingersi troppo verso la velocità iperluce, del treno in sé, della linea, del trasporto su rotaia e della Val di Susa davvero poco me ne importa.

read more

Soldi finti, almeno per me

Ci sarebbe una domanda a tutti i lavoratori dipendenti come me. Alla domanda quanto prendete di stipendio, che cosa vi viene in mente come prima cosa? Il netto mensile o il lordo annuo? A me, il netto mensile, visto che la retribuzione annua lorda la uso solo quando devo chiedere un aumento o devo/dovrò fare un colloquio per essere assunto in un’altra azienda (e anche in questi casi più per prassi che per altro). I ricchi e i poveri sono giudicati (e giudicano se stessi) sulla base di quanti soldi si mettono in tasca, non di quanto “costano” all’azienda dove lavorano.

read more

Sabato 25 Febbraio 2012 – Attacco al manico

Era dai primi di di dicembre che aspettavo una giornata così.

Quasi tre mesi e 2700 kilometri dopo, finalmente è arrivata. E’ arrivata l’occasione di provare Banshee su strade conosciute, asciutte, senza ghiaccio e una temperatura ben al di sopra della possibilità di assideramento. In fondo, era solo un’avvisaglia di primavera, ma dalla voglia di andare in moto che mi era cresciuta dentro, era cominciata ad apparire impossibile come la tempesta perfetta.

Bnb ha sempre la moto in panne, ma il giorno prima riesco a reclutare Jedan con un sms che lascia poco spazio a interpretazioni.

read more

Back to the groove

Sto vedendo, svogliato, un documentario indignato su Sky sulle origini della crisi finanziaria. Non so nemmeno come si chiama…

Il solito carosello di volponi, bonus, derivati, comportamenti scorretti, whistleblower sfiatati, commissioni d’inchiesta con manager afasici e sudati… Senza farsi mancare, naturalmente, cocaina e mignottame vario. Aaah, st’Americani… Che palle.

Però, a un certo punto, quando stavo trafficando in cucina, perché il bello dei documentari – di questi documentari – è che li puoi anche non guardare, e sono stato teleportato indietro di trent’anni.

read more

Ancora sui portoni del manicomio

7:55, stamattina. Driiiin…

Primo pensiero: che suono del cazzo che c’ha sto campanello… Per fortuna che non suona mai.

Secondo pensiero: chi cazzo è a quest’ora?

Terzo pensiero: Ah, già… L’elettricista che doveva mettere il citofono nuovo, c’era un cartello appeso due settimane fa che diceva che sarebbero venuti un giorno della settimana scorsa e di “farsi trovare a casa”… Beati loro… Evidentemente, nel weekend sono andati a ripetizioni dal KGB e hanno capito che, se vuoi trovare la gente a casa, devi suonare all’alba.

read more

Ani e isti

Arguisco, da queste poche parole di Pippo Civati,

Con la svolta socialdemocratica da una parte e quella dei montisti (perché per essere montiani avrebbero dovuto sentir prima Monti) dall’altra, il congresso del Pd è iniziato, Bersani nonostante.

che quindi:

  • il marxiano è un seguace di Marx, delle sue opere, delle sue idee e della sua scuola economica;
  • il marxista è uno che con il Marx “storico” ha poco a che fare e che è seguace di idee ispirate ab origine dalle idee di Karletto, ma che poi però hanno preso una strada loro…

read more