Ma cosa legge la gggente?

Forse è un po’ sparare sulla Croce Rossa.
Ma la top 5 dei libri più posseduti su Anobii è davvero agghiacciante.
Manca solo "Va dove ti porta il cuore".

Anobii è un luogo degno, uno dei migliori del web. Almeno del web che conosco io. C’è gente a posto, sinceramente appassionata di libri e di lettura. Ci sono librerie a tema, persone dai gusti diversi e illuminati, scrittori più o meno professionisti, Insomma, come direbbero i 99 Posse, c’è fermento culturale.

read more

Wendigo and me (reloaded)

Foto: by Ulysse
Location: Carpinetana, altezza Maenza
Time stamp: 30.03.2008

Domenica 30.03.2008 – Raid ienesco nel basso Lazio

Pelo, pelo.

L’uscita ienesca in programma per il mese di Marzo è arrivata proprio all’ultimo giorno utile…
E’ valsa proprio la pena. Oltre alla compagnia, la giornata di oggi aveva ben due assi nella manica: il sole, davvero primaverile, e, finalmente, l’ora legale: finalmente si può usare anche il pomeriggio (anzi il dopopranzo…) per farsi due curve, senza dover scappare a casa, pena l’assideramento quando calava il sole.

Appuntamento all’alba, alle 9.00 (che poi sarebbero le 8.00 ), Anagnina altezza raccordo. Bnb ha la moto che piscia acqua (e poi pure olio) e se ne torna a casa con le pive nel sacco. Speriamo bene.
Chi rimane (Wolf, Fonzie, Ulysse, Denny.key, Freeblue, Poldo, Ste), ben 8 moto, prende la Tuscolana e punta su Artena, poi il delirante attraversamento di Colleferro, quindi si inizia uno dei grandi classici del basso Lazio, la SS 609 Carpinetana. Montelanico, Carpineto, Maenza. Ci avveleniamo in un toboga di curve e controcurve, fino a Priverno, dove la Bonifica Pontina“la campagna più brutta che io abbia mai visto” afferma la fida – ci attende con le sue strade dritte, trafficate e inutili. Si arriva a Fondi e conosco, davanti alla sua tabaccheria, una iena decentrata di cui avevo solo sentito parlare.

read more

Sabato 29.03.2008 – Conventicola del Budelluzzo

Arriva la primavera e si torna al core business di questo blog.

Il Doc stranamente single e allora si parte e e se va a magna’ fori. Come ai vecchi tempi.

Giro tranquillo, in due, ritmi blandi. Vado rapido, perché sono strade già fatte e commentate, anche se sempre belle.
Pezzetto di autostrada fino a Magliano Sabina, poi Flaminia, Narni, Sangemini, Todi, SS 448 del Lago di Corbara (finalmente asciutta, dopo la guazza invernale), poi Orvieto e Porano.

Intermezzo
(e qui volevo arrivare)

A Porano, c’è il mio ristorante preferito: si chiama “Il Boccone del Prete”, ove periodicamente si riunisce la “Conventicola del Budelluzzo”, il cui prestigioso logo è sopra riportato. Tra le specialità del locale, oltre alle porzioni e al menu scritto in un italiano maccheronico, le marmellate di cipolle o di agrumi, da mangiare con il formaggio, il prosciutto di scrofa (del Peletti), la pasta fatta in casa con diversità di sughi, ma, su tutto, il baffo all’aceto. Trattasi di pancetta, tagliata sottile tipo bacon, cotta in olio e aceto.
Da paura. Semplicemente.

read more

Where I am…

… In realtà, io, dov’ero, lo sapevo già.

Ma, se mi avevate già dato del fascio antico leggendo il post precedente, beccatevi questa.

Scovato, ma un po’ me lo aspettavo, via Cronosisma.

Il link per sapere dove siete voi, invece, sta qui.

PS: e beccatevi pure questa. Che ci sta tutta.

La Ferilli e le tecniche di motivazione

Guardatevi questo trailer. Probabilmente l’avrete già visto, visto che da qualche giorno non si parla d’altro. A sproposito.

Disclaimer/1: premetto, per correttezza verso chi non mi conosce, che il mio lavoro non mi fa essere particolarmente imparziale rispetto a questi temi. Però mi dà una conoscenza di prima mano. Abbiate pazienza…

Disclaimer/2: quanto segue non vuole entrare in altri temi, pure, immagino, toccati dal film, tipo i contratti a progetto, la condizione giovanile, il lavoro precario (soprattutto quello vero, non quello dei call center). Di questo parlerò in un altro post.

read more